Las vegas day 3

Un’altra giornata a las vegas sta per iniziare, e dopo la colazione

image

oggi, invece di girare per hotel piscine e casinò decidiamo di visitare il RED ROCK CANYON. Nolleggiamo una macchina all’avis rent via internet, il costo è di 47 dollari al giorno. Ovviamente cambio automatico (ed è tutta un’altra cosa), l’autoradio ha il sistema satellitare quindi suono perfetto e nessun sfarfallio.

image

Prima di raggiungere il canyon, decidiamo di fare due tappe fondamentali (una secondo me). Girando x las vegas, mi sono accorto che nessuno vendeva fiches o mazzi di carta professionali. Le carte degli hotel che si vendono costano 3$, bassa qualitá e tutto cartone. Così ho cercato in internet un venditore professionale, e ho trovato due store. Chi è interessato a comprare materiale professionale x casinò consiglio vivamente di andarci. Uno, il più fornito, si chiama Spinetti ed è in 810 commerce street. Il venditore è molto simpatico, ci offre acqua e ci tratta come uno di casa. All’interno si può trovare di tutto. Carte, dadi, fiches di ogni colore e grammatura, valigette, fiches storiche di qualunque hotel e tanta altra roba.

image

image

image

image

image

L’altro invece si chiama Gambling general store ma è meno rifornito. In via 800 s.main street.

Seconda tappa, il famoso gold and silver,  negozio dei pegni. Personalmente non lo conosco, non ho mai visto il programma. Ma siccome il mio amico michele, alias dottor sassari, vuole assolutamente una foto con il proprirtario, siamo andati a vedere. Ovviamente il proprietario non c’e, essendo una trasmissione su sky e guadagnando un pacco di soldi non rimane in negozio 24h su 24, penso.
All’interno, spade, gioielli, quadri e il loro shop dove poter comprare t-shirt del negozio ed altre cose. Personalmente, locale i utile, molto meglio, e più interessante, qualche negozio di antiquariato a calcutta, tokyo o in qjalche suk in Marocco. (Ci si va solo per la trasmissione, ditemi chi compra una spada a 10.000$ a las vegas….).

image

image

image

Raggiungiamo il red rock canyon in 40 minuti. Ci si può arrivare sia da nord che da sud percorrendo la blue diamond road. Con la nostra solita fortuna, raggiungiamo il canyon sotto la pioggia. Inutile restare, ritorniamo a las vegas.

image

Passiamo in aeroporto a ritirare le due desparete housewife e poi nuovamente in autonoleggio x prelevare la macchina che ci porterà nei parchi.

image

Come hotel per la terza notte a las vegas abbiamo scelto il VENETIAN, un hotel a tema veneziano. Hanno ricostruito il campanile, il ponte di rialto, i caffè, negozi e addirittura un canale con tanto di gondole che lo attraversano, il tutto dentro l’hotel. Stucchi veneziani e affreschi la fanno da padrone. La suite, dagli arredi semplici ed essenziali è molto gradevole, anche tutti i negozi che ci sono nell’hotel.

image

image

image

image

image

Alla sera abbiamo cenato in uno dei tsnti ristoranti del Mirage ovviamemente il cibo era più o meno sempre lo stesso…

image

image

Toast e sandwich…. 🙂
Diciamo che è impossibile finire dentro un mc donald o un burgher king negli stati uniti, ogni ristorante ha il suo proprio hamburgher o sandwich e sono sempre buonissimi.

Dopo cena facciamo un rapido giro al bellagio e concludiamo la serata al casinò.