San francisco day 2

Iniziamo la mattinata con un giro in centro anche se il tempo, come sempre qui, non è dei migliori. Giriamo un po’ in market Street e poi ci dirigiamo verso chinatown dopo aver fatto una sana colazione.

image

image

image

image

image

image

image

Passiamo velocemente dentro il quartiere italiano, in zona North beach/Columbus ave.

image

image

image

image

image

image

image

Lentamente ci addentriamo nella zona verso il mare, costellata di tante villette a schiera in stile art noveau, scendendo sempre verso il Pier 39, punto di raccolta turistico.

image

image

image

La zona è molto tranquilla, ed è molto piacevole passeggiare qui.

image

Il molo 39 è famoso per i leoni marini spiaggiati sulle zattere…. Ce ne sono pochi, ma il rumore che emettono è notevole.

image

Ecco l’isola, ex carcere di Alcatraz

image

Il Pier 39 è pieno di negozietti, ristorantini molto ben costruti ed organizzati. C’e anche il mitico Bubba Gump, per chi ha visto forrest gump sà a cosa mi riferisco

image

image

Ci sono anche negozi dagli improbabili cappelli…. il mio l’ho comprato.

image

image

image

image

San francisco è anche famosa per i tram di diverse città del mondo. C’e anche un tram originale di Milano.

image

Sempre al Fisherman Wharf vicino al pier 39 ci fermiamo in un panificio dove servono panini e zuppe di pesce. Da provare la zuppa di molluschi e quella di granchio, che vengono servite all’interno di un contenitore di pane. Il locale consigliato è BOUDIN

image

image

image

Particolari anche i sistemi di trasporto del pane, dei cesti avanzano tramite un sistema di binari al soffitto, dal forno alla rivendita.

image

Ci sono anche strani mezzi di trasporto…

image

image

image

Prendiamo un bus e ci dirigiamo verso il palazzo delle belle arti. Come potete vedere, il tempo era dei migliori 🙂

image

image

Almeno ci sono i cigni che mettono allegria.

image
image

Proviamo per la seconda volta a vedere se il Golden gate bridge si vede od è invaso dalla nebbia. Andiamo a Marina Green per una vista migliore.

image

image

image

Proseguiamo verso Lombard street, cercando di prendere il famoso CABLE CAR, ovvero il primo sistema di tram della città, particolare perchè si può salire e stare aggrappati all’esterno. Peccato che è quasi sempre pieno, lento e macchinoso. Per girare sugli autobus, tram, metro ecc abbiamo fatto una card al costo di 14$ al giorno (calcolando che una corsa costa 6$ è supereconomico).
Si possono vedere anche le classiche strade in salita di San Francisco.

image

image

image

image

Arriviamo a Lombard Street, particolare perchè è la via con più curve nella minor lunghezza possibile (non so se avete capito). Le foto non rendono bene l’idea, ma la strada è molto particolare e percorribile dalle auto.

image

image

image

image

Decidiamo poi di passare x haight strett, un quartiere molto famoso agli hippie. Negozi che vendono vestiti vintage e altro. Riusciamo finalmente a prendere un cable car x arrivare in hotel e prendere la macchina che ci porta ad HAIGHT STREET And ASHBURY

image

image

image

image

image

image

image

Abbiamo anche tempo per fare un giro a CASTRO, il quartiere omosessuale di San Francisco, dove è ambientato il film ‘Milk’.

image

image

Finiamo in bellezza la giornata in un ristorante brasiliano, che di brasiliano aveva veramente poco.

image

image

Domani si riparte per Monterey, Carmel by the sea, passando attraverso il Big Sur e arrivando a San Simeon.