4º giorno – MINYA – BENI HASAN – TELL AL AMARNA – SOHAG

Partiamo di prima mattina scortati dalla polizia. Nel dubbio, prevenire è meglio che curare… 🙂

image

Lungo il tragitto verso sud, ad una mezzora di auto da Minya, ci fermiamo alla necropoli di Zawiyyet al Mayyiteen, un vasto cimitero musulmano e cristiano che ospita al suo interno centinaia di mausolei in mattoni crudi. É uno dei cimiteri più grandi al mondo ed è lungo circa 4 km, si estende dalla strada lungo al nilo alle colline rocciose.

image

image

Prossima visita, le tombe di Beni Hassan. Costo 30£. Per raggiungere le tombe, è necessario fare una scalinata per circa 15 minuti. Il panorama dall’alto, verso la valle del nilo è molto bello.

image

image

image

image

image

Già che ci sono, una foto con la scorta armata non può mancare….

image

Tappa successiva, visita alla tomba di Akhenaten e alla necropoli di Tell al Amarna. Costo 25£ e 30£.
La prima visita di Akhenaten, la sconsiglio vivamente. La tomba è spoglia, deturpata e insignificante. In tutte le tombe, non si può fotografare.

image

Molto più belle le tombe di Tell al Amarna che presentano alcuni dipinti (molto rovinati) che raffigurano le scene della vita quotidiana.

image

image

Accompagnati sempre dalla scorta armata, ovviamente….

image

image

image

All’ingresso dei due siti, uma simpatica vecchietta ci prepara del te e ci regala alcuni oggetti fatti di piante locali.

image

image

image

Da qui, proseguiamo sempre verso sud, per raggiungere Sohag, dopo 3 ore di pulmino. La strada ogni tanto diventa sterrata e molto spesso bisogna fare attenzione ai tantissimi dossi alti 20 cm

image

image

Ci fermiamo in uno dei due unici hotel decenti, all’Al Safa Hotel, presenti wi, un ristorante e uma terrazza sul Nilo.

image

image

image

Il menù propone verdurame vario, tzatziki (cetriolo e yoghurt) e Tahina (una specie di humus con aglio olio e succo di limone), carne e patate.

image

image

image

image

image

Al ritorno in  hotel, sempre scortati, ci fermiamo in una piccola pasticceria e prendiamo qualche leccornia per la colazione.

image

image

image

image