6º giorno – LUXOR e KARNAK

Dopo i due lunghi festeggiamenti del capodanno (orario egiziano e orario italiano), partiamo alla volta del complesso di santuari, piloni e obelischi dedicati alle divinità tebane e alle glorie dei faraoni.

image

Il sito si estende su 2 kmq, e contiene ben 10 cattedrali. Imponenti le sale dalle.colonne a papiro racchiuso e agli obelischi. Costo 65£.

image

image

image

image

image

Nei pressi del lago sacro, è presente l’obelisco caduto di Hatsepsut

image

image

Impressionante la sala ipostilia con grandi colonne.

image

image

image

Successivamente visitiamo il tempio di Luxor. Costo 50£.
Imponenti, le statue di Ramesse II all’ingresso del sito.

image

E anche l’obelisco di granito rosa (un secondo obelisco è a Place de la concorde a Parigi).

image

image

All’interno, anche una moschea islamica.

image

Bello anche il grande cortile di Ramesse II

image

All’interno si trova anche la divinità più fotografata del complesso. É il dio Minh, della fertilità.

image

image

Vicino al tempio, dietro alla fermata dei cavalli da passeggio, facciamo un giro rapido al mercato.

image

Niente di interessante, solo verdure e vestiti. Abbiamo visto sia quello turistico (la prima parte) sia quello locale (proseguendo).

Ci fermiamo al vicino Chez Omar per un pollo veloce, ma ci arriva dopo 1h e 40m. In Africa è normale aspettare così tanto il nostro pollo era vivo, probabilmente l’hanno preso al mercato, l’hanno ucciso,  spellato, cotto e alla fine servito.

image

image

Di sera ci siamo concessi lo spettacolo di luci e suoni al complesso di Karnak. Molto bello e suggestivo, illuminano tutto il sito con una spiegazione teatrale in inglese (per l’italiano dipende dai giorni, orari e quantità di turisti)

image